A MANI NUDE

Bare-Handed

Un documentario di Stefano Obino.

Il carcere minorile di Wiesbaden, capitale dell’Assia, ospita ragazzini dai 16 ai 21 anni, per la maggior parte returning fighters plagiati dalla propaganda dello Stato islamico. Il recupero di questi giovanissimi combattenti è affidato ad un progetto sperimentale guidato da due uomini: Martin Meyer Husamuddin, un tedesco convertito all’islam e diventato imam e un regista teatrale, Arne Dechow.

Il progetto è stato presentato a ZagrebDox e all'East European Forum di Praga.

The Guardian ha pubblicato un'anticipazione del documentario.