IL CRATERE dal 12 aprile al cinema

Il Cratere al cinema dal 12 aprile distribuito da La Sarraz

Presentato in concorso alla 32° Settimana Internazionale della Critica di Venezia e premiato al 30° Tokyo International Film Festival (Special Jury Prize), sta riscuotendo enorme successo nei festival di tutto il mondo. Nel film la giovanissima Sharon recita accanto a suo padre, Rosario Caroccia, in una performance che l'Hollywood Reporter definisce “un'impresa tecnicamente impressionante”.

LA SARRAZ Distribuzione / TRAILER / Materiali stampa

IL CRATERE, un film di Silvia Luzi e Luca Bellino 

Il cratere è terra di vinti, spazio indistinto, rumore costante. Rosario è un ambulante che regala peluche a chi pesca un numero vincente. La guerra che ha dichiarato al futuro e alla sua sorte ha il corpo acerbo e l’indolenza della figlia tredicenne. Sharon è bella e sa cantare, e in questo focolaio di espedienti e vita infame è lei l’arma per provare a sopravvivere. Ma il successo si fa ossessione e il talento condanna. 

Deborah Young, The Hollywood Reporter: "Technically impressive filmaking"

Sarah Ward, Screen International: "Impressive performance of the actors"

Roberto Silvestri, Alfabeta: "Nel cratere del realismo"

Aldo Spiniello, Sentieri Selvaggi: Recensione

Luca Ciccioni, Anonima Cinefili: "Il miglior film italiano di Venezia 74"

Marco Romagna, Cinelapsus: Recensione

Davide Di Giorgio, Duels: "Ambizione e redenzione tra le note del successo"

Giulio Vicinelli, Alias, Il Manifesto: "Il Cratere, un sistema di scatole cinesi"

 

EAST EUROPEAN FORUM

Bare-Handed

 

BARE-HANDED (A mani nude), il nuovo documentario di Stefano Obino, è tra i nove progetti selezionati per il 17° East European Forum che si terrà a Praga a marzo.